AcegasAps è ferma al medioevo


Da un paio di giorni sto tentanto una cosa che in teoria doveva essere semplice: attivare un nuovo contratto di fornitura acqua a mio nome, in un appartamento dove prima risiedeva un altro inquilino. Questa operazione si chiama “subentro” e non dovrebbe consistere in particolari problemi.

Purtroppo ho scoperto che AcegasAps, l’azienda fornitrice del servizio idrico a Padova, non permette di fare questa semplice operazione online. Il sito che hanno è bello, ma per nulla informativo, oltre a non fornire alcun servizio online.

L’operazione in questione non si può fare nemmeno al call-center, dove il personale è molto gentile, ma di nessuna utilità.

Allora tocca andare di persona presso l’ufficio preposto, sperando di perdere solo mezz’ora (senza contare i tempi morti per raggiungere il posto). Ma qui si scopre, con rammarico, che gli sportelli sono pochi e lentissimi nel svolgere le loro funzioni.

Oggi, per esempio, io sono arrivato e c’erano – stando al numero che ho preso – 47 persone davanti a me.

In un ora e mezza che sono stato lì, sono riusciti a fare solo 12 persone, grazie al fatto che 6 non erano più presenti (probabilmente, come me, se ne erano andate stufe di aspettare). Quindi sono riusciti a servire una media di 1 persona ogni 15 minuti, con 3 sportelli aperti; circa 45 minuti a persona per sportello.

Complimenti AcegasAps … mentre tutti gli altri, per esempio Enel, per operazioni così semplici basta usare internet o una semplice telefonata, AcegasAps si è sentita in obbligo di offrire cotanto disservizio. E che non parliamo della quantità di carte che richiedono.

Direte voi, ma così c’è una persona che segue la pratica e c’è meno possibilità di sbagliare o commettere errori; ma quando mai? La stragrande maggioranza della gente (imbufalita) che ho visto oggi, era li’ proprio per disguidi di ogni sorte e genere.

AcegasAps, voto: 2

  1. No comments yet.
(will not be published)