Archive for January, 2008

Radiello

Sono appena venuti da me a installare un Radiello.

Il Radiello è stato installato dalla Fondazione Salvatore Maugeri, tramite il quale verrà effettuato uno studio sull’inquinamento da aldeidi nelle case padovane.

Sono felice di partecipare al progetto, anche se solo come cavia :-) .

Il Radiello rimarrà installato una settimana a gennaio e un’altra a metà anno, dopodiché vedremo i risultati.

1 Comment

Giovanni Maria Valtramonti

Evviva, anch’io ho ricevuto la famosa mail da parte di Giovanni Maria Valtramonti che dichiara di avermi denunciato per le mie continue “ingiurie e infamie” nei suoi confronti.

Sono contento, perché adoro quando spammer e fisher usano la fantasia e producono qualcosa di veramente creativo.

Era un pezzo che non leggevo divertito dello spam e sono orgoglioso di continuare ad essere uno degli obiettivi preferiti di questi personaggi. Sono sempre stato un amante dello spam, e in tempi passati ho anche pensato di costituire un archivio degli spam più belli e divertenti, per poi rinunciarvi perché ovviamente qualcuno altro l’aveva già fatto.

Non ho manco provato a cliccare nei link presenti nell’email, che tra l’altro non sembrano nemmeno così fraudolenti a prima vista, ma ovviamente se non serve a confermare il mio indirizzo email, sicuramente tenterà di farmi lanciare qualche .exe (ah, a quando qualche virus per qualche altro sistema operativo?).

Riporto qui il testo della mail, per chi non fosse stato fortutato come me:


Salve,

Il mio nome è Giovanni Maria Valtramonti, le scrivo in quanto risulta che dal suo indirizzo di posta elettronica mi siano state inviate ripetutamente ingiurie ed infamie.
Al fine di porre fine a tale torpiloquio speso nei miei confronti senza nessuna fondata ragione ed ancora, leggendo la posta sul mio computer anche i miei figli, mi sono trovato costretto a sporgere una denuncia nei Suoi confronti tramite una Società di sicurezza informatica ( Network Managment Security ) che si occuperà di confermare la proprietà dell’email incriminata attraverso un servizio di condanna o revoca della suddetta denuncia per atti telematici a mezzo di posta elettronica.

Le ricordo inoltre che il suo computer potrebbe essere infetto e che quindi l’email in questione non appartenga affatto a Lei ed in questo caso le farei le mie scuse per il distrubo

In ogni modo al fine di non far procedere l’avvocato M. Rufchrt della suddetta società con la richiesta, da me effettuata, di risarcimento danni, la consiglio caldamente di prendere contatto attraverso il form che N.M.S. le ha messo a disposizione per procedere all’identificazione di questo indirizzo di email

Cordialmente la saluto

Dott. Giovanni Maria Valtramonti

No Comments

Sun compra MySQL

È ufficiale, Sun ha comprato MySQL AB, l’azienda dietro a MySQL, il database libero più utilizzato in assoluto.

Sun ha appena annunciato anche degli ottimi risultati economici, e evidentemente si è sentita tranquilla nel pagare un paio di miliardi di dollari per comprare MySQL.

Una mossa un po’ a sorpresa, più o meno tutti si aspettavano una IPO di MySQL quest’anno e non una acquisizione, ma tant’è.

Sun ha un passato di non grande passione con il mondo del software libero, ma negli ultimi anni si è rifatta e ora gestisce diversi importanti progetti liberi (vedi OpenOffice o Java ora sotto GPL), percui questa mossa dimostra che il loro impegno è serio e sono convinto che si stiano muovendo bene. Da tenere d’occhio.

,

No Comments

4 comparse per un intero sbarco

Sarà la passione per il cinema di carattere storico militare, ma questo video mi ha colpito, percui voglio condividerlo :-)

Guardate come per ricreare lo sbarco in Normandia nel D-Day, siano bastati 4 ragazzi e una telecamera; quasi tutto il resto l’ha fatto la computer grafica, ma quanto correre!

Divertente e spettacolare allo stesso tempo.

,

No Comments

Second Life e banche virtuali

Da tempo ho il mio avatar in Second Life e con Prosa sono state fatte diverse cose. Anch’io come singolo, avevo provato diverse attività, incuriosito dalle possibilità offerte da questo mondo virtuale.

Ho costruito molto, programmato in LSL ancora di più, aperto le mie attività di vendita/affitto terreni, giocato in borsa virtuale, etc.

Dopo sperimentazioni varie, con un misto di fallimenti e successi, ciò che mi è “rimasto” in Second Life è una società, guidata da un amico, che offre assicurazioni sui conti bancari virtuali (vedi The Rock Insurance).

Esistono molte banche virtuali in Second Life, che offrono e hanno offerto in passato, interessi molto più alti di quelli di una banca reale, attirando molti investitori. Second Life però è nato come “free for all”, percui non esiste nessun tipo di regolamentazione, tantomeno nel mercato finanziario e nel reparto bancario in generale. Percui, sebbene sia sempre stata una interessante area dove investire, frodi e fallimenti erano e sono all’ordine del giorno: da qui l’idea di assicurare questi investimenti.

Ieri, Linden Lab, l’azienda dietro a Second Life, ha deciso di agire e dopo decine di casi di banche sparite o fallite ha posto un divieto alla presenza di banche in Second Life.

Questo ha provocato un altro sconvolgimento in Second Life, dopo quello dovuto al “gambling ban”, il divieto del gioco d’azzardo, che all’epoca costituiva forse il 30-40% delle attività dentro Second Life.

Alcune banche virtuali in Second Life, hanno depositi equivalenti a diverse decine, se non centinaia di migliaia di dollari REALI. La corsa al ritiro dei propri Linden, la moneta virtuale in Second Life, avvenuta ieri dopo l’annuncio di Linden Lab, molto simile alle code presso la Northern Bank nel Regno Unito di recente memoria, ha causato il blocco di tutte le attività bancarie in Second Life.

Ora, possiamo discutere per ore sulla bontà o meno di queste banche virtuali, dei loro alti tassi d’interesse, sul fatto che questo divieto andava imposto almeno un anno fa o non proprio imposto, che Linden Lab se ne frega delle conseguenze, etc. etc.

Il punto è che Second Life, a differenza di altri mondi virtuali, aveva la peculiarità che – in teoria – tutto doveva essere generato dalla fantasia e creatività dei suoi utenti. A differenza di altri mondi virtuali, Second Life non ha una ambientazione predefinita, vincoli imposti, economie controllate, etc.

Questo era quello che differenziava Second Life rispetto ai concorrenti e che lo rendeva interessante, aprendo opportunità infinite.

Oggi, invece, questo intervento – se diverrà effettivo – vincolerà l’economia di Second Life in modo definitivo e si aggiungerà agli altri interventi precedenti che un po’ alla volta hanno limitato la libertà in Second Life. A questo punto sarebbe interessante discutere se un mondo autoregolato dagli utenti, non può esistere che in un sogno, o se il sogno è finito per colpa dei soliti “poteri forti”.

,

1 Comment

Buon anno!

Tornato (quasi) rinvigorito da un po’ di giorni di ferie a Istanbul (mannaggia quanto freddo faceva), ne approfitto per gli auguri di un buon anno 2008.

Speriamo sia migliore del 2007!

No Comments