Addio SGI


Silicon Graphics ha annunciato di avere fatto il “filing” per la bancarotta, l’8 Maggio.

Spera così di poter ridurre i propri debiti, rimanendo in vita.

In realtà c’è ben poco da sperare, ormai, da questa ex gloriosa azienda: negli ultimi anni non è riuscita a seguire nessun trend positivo, rimanendo indietro su tutti i fronti. Sta pesando tantissimo il fatto che ormai, un settore come l’high performance computing, si è orientato su cluster di migliaia di piccoli computer, più che su grandi singole macchine; e SGI non ha altro su cui puntare.

Non ha saputo “spostarsi” sui cluster, non ha saputo “spostarsi” sui servizi, è rimasta “overbloated” con i suoi 2500 dipendenti e ora chiede la bancarotta. L”unica speranza è che, considerando il valore dei dipendenti, dei clienti, delle tecnologie create (specie in passato) da SGI, possa essere acquisita da qualcuno.

Ma è chiaro che SGI cercava acquirenti da tempo e se non ha trovato nessuno … il valore delle azioni SGI oggi è attorno allo 0.06 dollari … una miseria. Peccato, addio SGI.

  1. No comments yet.
(will not be published)

Comments are closed.